Responsabile

 

Enrico Buemi

 

 

Politica

Giustizia  

Economia Sanità Esteri Interviste Diritti Cultura Umorismo Dalla rete Foto Contatti Link

 

 

Nuovamente in campo

Il Senatore Enrico Buemi è candidato per la coalizione del Centro-Sinistra nel Collegio senatoriale Uninominale di Moncalieri e Capolista al Senato per la lista ITALIA EUROPA INSIEME nel Collegio Plurinominale Torino e provincia.
Imprenditore nel settore biomedicale, deputato nella XIV e XV Legislatura e senatore nella XVII, durante le quali si è occupato prevalentemente di Giustizia, Riforme costituzionali, Antimafia e Politiche territoriali ed economiche.
Presentatore e Relatore in Assemblea della Legge sulla responsabilità civile dei magistrati, Relatore in Assemblea sulla Legge riguardante l'introduzione del reato di tortura nel Codice penale, Relatore in Assemblea della Riforma della governance Rai, Relatore in assemblea sulla Legge contro il sovraffollamento carcerario e Relatore in 10° commissione sul Piano nazionale strategico per il Turismo.
(30/1/2018)

COMUNI FACENTE PARTE DEL COLLEGIO SENATORIALE DI MONCALIERI - PINEROLO

Airasca, Almese, Angrogna, Avigliana, Bardonecchia, Bibiana, Bobbio Pellice, Borgone Susa, Bricherasio, Bruzolo, Buriasco, Bussoleno, Buttigliera Alta, Cambiano, Campiglione Fenile, Candiolo, Cantalupa, Caprie, Carignano, Carmagnola, Casalette, Castagnole Piemonte, Cavour, Cercenasco, Cesana Torinese, Chianocco, Chiomonte, Chiusa di San Michele, Claviere, Coazze, Condove, Cumiana, Exilles, Fenestrelle, Frossasco, Garzigliana, Giaglione, Gianevo, Givoletto, Gravere, Inverso Pinasca, Isolabella, La Cassa, La Loggia, Lombriasco, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Macello, Masello Mattie, Meana di Susa, Mompantero, Moncalieri, Mocenisio, Nichelino, None, Novalesa, Osasco, Osasio, Oulx, Pancalieri, Pecetto Torinese, Perosa Argentina, Perrero, Pinasca, Pinerolo, Piobesi Torinese, Piossasco, Piscina, Poirino, Pomaretto, Porte, Pragelato, Prali, Pralormo, Pramollo, Prarostino, Reano, Roletto, Rorà, Rosta, Roure, Rubiana, Salbertrand, Salza di Pinerolo, San Didero, San Germano Chisone, San Gillio, San Giorio di Susa, San Pietro Val Lemina, San Secondo di Pinerolo, Sangano, Sant'Ambrogio di Torino, Sant'Antonino di Susa, Santena, Sauze di Cesana, Sauze d'Oulx, Scalenghe, Sestriere, Susa, Torre Pellice, Trana, Trofarello, Usseaux, Vaie, Val della Torre, Valgioie, Venaus, Vigone, Villafranca Piemonte, Villar Dora, Villar Focchiardo, Villar Pellice, Villar Perosa, Villarbasse, Villastellone, Vinovo, Virle Piemonte, Volvera

 

Per farcela ho bisogno di tutti e di tutto il vostro aiuto!

ANCHE I LAICI POSSONO FARE MIRACOLI, ma tutti INSIEME !

"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi.
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi.
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sandro Pertini

L'idea di socialismo

 

Loris Fortuna

 

Pietro Nenni

 

(15/01/2018)

 

Volete sapere come sarà la nostra vita dopo le elezioni?

 

Le foto presenti ne “La Questione Sociale” sono prese da internet, quindi valutate di pubblico dominio.

Se il soggetto o gli autori dovessero avere qualcosa in contrario alla pubblicazione, basta segnalarlo alla redazione, alla mail laquestionesociale@tiscali.it

Si provvederà alla rimozione delle immagini.


Epuratori ed epurati

La realtà è più forte dell'imbroglio. Basta ascoltare le confidenze degli ex grillini per capire che gli epuratori sono peggio degli eputati. In una delle tante polemiche che ho fatto in aula con chi gridava onestà onestà dissi date tempo al tempo, e il tempo forse è già arrivato e siamo solo all'inizio.

Fra un po' qualcuno si dovrà occupare della Casaleggio e Associati e la sua rispondenza ai nostri riferimenti ordinamentali o va tutto bene?

E quelli che si ispirano a principi democratici e liberali la faranno una legge sull'ordinamento interno dei partiti ed il loro riconoscimento giuridico così come previsto dalla Costituzione vigente o si consentirà di andare ancora oltre con gli imbrogli????

15/2/2018

Enrico Buemi

Oltre Renzi

Il destino del centro sinistra va oltre quello che ha detto Renzi su Craxi,con tutte le scuse e le interpretazioni che si vogliono dare..Oggi dobbiamo dobbiamo decidere se vogliamo far vincere il centro sinistra di cui storicamente culturalmente politicamente ed elettoralmente facciamo parte oppure no ?Tutto il resto è ricerca di giustificazioni inutili, Renzi é quello che é, Grasso Bersani D'Alema e Fratoianni li conosciamo. Salvini, Meloni e consociati meglio che li risparmiamo, all'Italia hanno già dato e preso, Grillo e suo figlio Di Maio non ne parliamo proprio.

Che vogliamo fare? Credo che l'unica soluzione sia tirarsi su le maniche e tutti insieme votare INSIEME per fargli superare il 3 % e tutti i conti li mettiamo a posto dopo.

13/02/2018

Mauro Del Bue

Renzi, Di Maio e Craxi

Per accusare Di Maio di aver minimizzato la storia dei versamenti non effettuati o ritirati da alcuni parlamentari Cinque stelle, svelato da un servizio delle Jene, Renzi, intervistato dalla Gruber, ha paragonato l’affermazione del leader grillino a proposito di alcune mele marce presenti nel suo movimento a quella di Craxi sul mariuolo Chiesa.

Già una qualsiasi equiparazione tra Di Maio e Craxi dovrebbe essere vietata per legge e consiglio il perspicace Fiano di pensare a una proposta in tal senso, ma quel che consegue è l’equazione secondo la quale la mele marce sarebbero non alcune ma molte o tutte, così come i mariuoli sarebbero stati molti o tutti i socialisti.

Renzi ha un deficit di conoscenza della storia e della verità, giacché la stragrande parte dei socialisti del Psi erano bravissime persone e larga parte del suo gruppo dirigente non solo non è stato toccato dalle inchieste, ma per molti è stato chiesto proscioglimento o assoluzione, mentre sul caso C migliaia di pagine sono a testimonianza di una vera e propria persecuzione giudiziaria.

Il segretario particolare di Renzi ha precisato all’incontrario l’affermazione renziana, spiegando che nel paragonare Di Maio a Craxi Renzi non intendeva offendere Di Maio. Questo Carneade sappia che è come paragonare De Gasperi a Renzi. E il paradosso è che si chieda scusa a Renzi…

13/02/2018

Mauro Del Bue

Deriva irresponsabile

Sono convinto che si stia giocando una partita molto pericolosa sulla testa degli italiani, la deriva irresponsabile di Salvini e Meloni che fanno l'occhiolino alla destra nazifascista apre una pista a chi è al limite della legittimità costituzionale per i contenuti della sua proposta politica che contiene sollecitazioni e istigazioni ad atteggiamenti di discriminazione razziale.

10/2/2018

Enrico Buemi

Immigrazione: volendo si può

Il Governo emani subito un provvedimento che preveda misure per il temporaneo utilizzo gratuito da parte delle Amministrazioni locali, per attività nell'interesse delle comunità ospitanti, di cittadini immigrati in attesa di regolarizzazione giuridica o di ricollocazione nei Paesi di origine.

Noi socialisti già da tempo abbiamo presentato due disegni di leggi (S. 2507 Misure per l'istituzione di programmi di volontariato per l'esecuzione di lavori volti a creare un'Italia più bella e S. 2198 Misure in materia di percorso di cittadinanza) in materia di immigrazione che sono già stati proposti alla valutazione del Senato nella XVII Legislatura.

Adesso è necessario che il Governo, con un decreto, anticipi tali misure.

Misure in materia di percorso di cittadinanza

Misure per l'istituzione di programmi di volontariato per l'esecuzione di lavori volti a creare un'Italia più bella

9/2/2018

Enrico Buemi

Intervista a Enrico Buemi sul nuovo Ordinamento Penitenziario

Braccialetti Amazon

Braccialetti sono aberrazione inaccettabile

Sono stato e sono un fautore dell'ampio utilizzo dei braccialetti elettronici da applicare ai cittadini che per ragioni di giustizia sono sottoposti a misure di limitazione della libertà, alleggerendo così i costi per la finanza pubblica e contenendo la detenzione cautelare in carcere solo per i casi più gravi.

Da qui ad applicare tecnologie simili ai lavoratori, in certi settori, mi sembra una semplice aberrazione inaccettabile. Si applichino le nuove tecnologie, certo per aumentare la sicurezza dei cittadini rispetto a chi delinque, ma con un po' di visione si pensi ad applicazioni che aumentino la libertà dei cittadini e dei lavoratori onesti e la loro qualità della vita, facendo sì che il loro lavoro si svolga non in un regime di semi prigionia ma di maggiore libertà e flessibilità, pur nel rispetto degli obblighi derivanti alla giusta prestazione lavorativa.

2/2/2018

Enrico Buemi

Meglio scomodi a casa propria

Avevo scritto e ribadisco oggi con maggior convinzione: MEGLIO SCOMODI A CASA PROPRIA. Si conferma senza ombra di dubbio che oggi non c'è dignità e spazio riconosciuto senza una organizzazione politica che sappia esprimere consapevolezza dei rapporti di forza con gli altri competitori, alleati o meno, senza autonomia vera e visione politica.

Oggi ci rimane un compito essenziale, rafforzare l'unica casa nostra,seppur consapevoli sulla sua criticità e inadeguatezza che sono responsabilità di chi se né andato e di chi è rimasto!

Oggi non è tempo di distinguo nonostante le ragioni che ognuno pensa di avere,oggi è tempo di generosità e visioni lunghe e impegno vero,si sappia comunque che il dopo 4 marzo non sarà più' come prima per tutti.

Il PSI oggi è INSIEME con Verdi e Area Civica, i SOCIALISTI tutti insieme incomincino a costruire insieme il dopo 4 MARZO con un significativo risultato della lista INSIEME dove il simbolo della casa socialista PSI c'è ed è fondamentale.

Compagni socialisti dentro e fuori il PSI la logica del ... crepi Sansone con tutti i filistei non ci deve ispirare perché saremo tutti senza più casa!!!

28/1/2018

Enrico Buemi

C'era una volta il segreto istruttorio

Sconsiglierei a chiunque di cercare i motivi di un suicidio. Mi sembra quindi fuori luogo il chiacchiericcio politicamente corretto che è seguito al suicidio di un padre accusato di avere violentato la figlia. Ancora più fuori luogo, tuttavia, è contestare il comportamento dell'insegnante che ha allertato la Procura della Repubblica: non solo era suo dovere, ma è dovere di tutti intervenire anche violando gli arcana di una famiglia, quando si verifica che in quell'ambito le angosce di una ragazzina non trovano ascolto. Piuttosto è inquietante che la notizia sia diventata di dominio pubblico non appena arrivata in Procura. C'era una volta il segreto istruttorio.

23/1/2018

Luigi Covatta
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi. 
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi.
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
"Sui diritti dei cittadini, necessaria chiarezza normativa e obiettivi precisi, la ricerca di compromessi al ribasso non aiuta".
Così ha dichiarato  Enrico Buemi, Capogruppo Psi in commissione Giustizia al senato, a margine della seduta in cui procede l'esame degli emendamenti presentati al Ddl Cirinnà sulle unioni civili. "E' evidente che la parificazione delle unioni civili al matrimonio, non in termini morali ma nei riflessi sulla finanza pubblica che ne deriverebbero, anche per le eventuali strumentalizzazioni per finalità puramente economiche, rappresenta un problema che deve essere valutato - ha commentato Buemi - ma ciò non toglie che l'Italia, senza una legge seria sulle unioni omosessuali, rimane fuori dal contesto dei paesi civili in materia di diritti individuali e di coppia", ha aggiunto il senatore socialista. "Inoltre, rende difficile il confronto l'ostruzionismo diffuso su tutti i punti significativi di una normativa che, comunque, contiene una complessità per le interazioni con altri istituti giuridici fondamentali per i cittadini", ha concluso Buemi.
- See more at: http://www.partitosocialista.it/index.php/component/k2/unioni-civili-buemi-la-ricerca-di-compromessi-non-aiuta#sthash.Xbgl9rjl.dpuf
 
 

SINTESI POSITIVA

Intervista ad Enrico Buemi

“La prima considerazione da fare è che la frammentazione della sinistra italiana rappresenta un problema. Non solo di oggi, ma storico. Una sinistra che fa minoritaria del Paese e nel Parlamento. Invece serve una sinistra responsabile che vuole governare e che non si vuole relegare a una opposizione duratura nel tempo e improduttiva”. (23/2/2018)

Politiche 2018: massoni nelle liste elettorali. Intervista ad Enrico Buemi

(16/02/2018)

Di Maio uno sgrammaticato, Craxi uno statista

Una battuta infelice. Una caduta di stile. Sbagliata. Insopportabile. Peggio: un confronto insostenibile. Tra Craxi e Di Maio non c’è possibilità di paragone. Non tra uno sgrammaticato e uno statista. Ci sono state le scuse pubbliche da parte di Renzi e ancora non basta.
Dovrebbe ricordare agli italiani – e ne avrà l’occasione – che la sinistra riformista che guardava al futuro nacque negli anni Ottanta, che quella lezione venne ripresa da Blair e dalla socialdemocrazia tedesca, che l’Italia nel quadriennio 1983/87 era la quinta potenza mondiale e godeva di un’autorevolezza formidabile nel mondo, che nei libri di storia si entra non per la cronaca spicciola ma per le decisioni che si prendono, per le scelte che si compiono per rendere più grande una nazione. La tua.
L’irrisione non fa il paio con la figura del leader. Chiedi ai tedeschi con quanto rispetto trattano la figura di Khol. E non si inventano nulla.

13/02/2018

Riccardo Nencini

Chi ha il coraggio di dire che il M5s è un pericolo per l'Italia?

 Appello di Claudio Cerasa

 

La nostra classe dirigente non può più permettersi di essere neutrale.

c’è un partito che rappresenta un pericolo per la nostra economia, per la nostra democrazia, per la nostra Costituzione, per il nostro stato di diritto, persino per la nostra salute. (9/2/2018)

 

LeU è fallita. Il voto si indirizzi ai socialisti

Intervista a Bobo Craxi

Dopo il fallimento di Liberi e uguali per i socialisti in queste elezioni sarà bene valutare seriamente l’ipotesi di votare socialista. (1/2/2018)

Pochi magistrati in politica è un bene, facciano i magistrati

Oggi sui giornali si richiama l'attenzione sul fatto che ci sono molti avvocati in lista alle politiche e pochissimi magistrati. Certamente, nelle legislature precedenti, i magistrati hanno fortemente condizionato le leggi e le linee politiche, anche se i risultati faticano a diventare positivi rispetto ai mali atavici della giustizia italiana. Le presenze di pochi magistrati oggi fanno pensare che nella categoria si sia aperta la giusta riflessione rispetto al fatto che sia meglio che i magistrati facciano solo e bene i magistrati e che si limitino, se lo ritengono, a dare buoni consigli alla politica e, come hanno rilevato il Csm e l'Anm, seppure con i distinguo che in tutti i settori ci sono, che quelli che decidono di inoltrarsi nei controversi territori della politica lo facciano lasciando alle spalle definitivamente la carriera di magistrato. Per quanto riguarda gli avvocati il loro contributo potrà essere molto utile per migliorare la pessima qualità delle leggi che hanno prodotto montagne di contenziosi nelle aule giudiziarie. Dico questo da cittadino imprenditore in prestito alla politica con tre legislature di sofferente e inascoltata presenza nelle commissioni Giustizia prima di Camera e poi di Senato.

28/1/2018

Enrico Buemi

Il Senatore Enrico Buemi è stato presentatore e relatore del Ddl "Disciplina della responsabilità civile dei magistrati", divenuto Legge (n. 18/15 del 27 febbraio 2015, GU n. 52 del 4 marzo 2015) e presentatore del Ddl S. 1319 "Disposizioni per la prevenzione del conflitto di interessi dei titolari di cariche pubbliche" e di emendamenti in materia al Ddl S. 116 e connessi " Disposizioni in materia di candidabilità, eleggibilità e ricollocamento dei magistrati in occasione di elezioni politiche e amministrative nonché di assunzione di incarichi di governo nazionale e negli enti territoriali".

Legittime le aspettative del personale

Da parte delle OO.SS. delle forze di polizia e dei Co.Ce.R. non sono mancate le critiche sulle tempistiche, estremamente ritardate, e le modalità di un confronto che sino ad oggi non è mai avvenuto realmente. Nei recenti incontri non si è discusso né delle risorse allocate per il rinnovo del contratto, né delle materie di competenza delle parti quanto di una piattaforma contrattuale o normativa su cui lavorare.

(25/1/201/)

(23/1/2018)

Disegno di legge sul riconoscimento giuridico dei partiti

Il 4 marzo si voterà per le elezioni dei rappresentanti politici nel parlamento italiano. Nonostante la nostra costituzione fin dal 1948 abbia previsto l'esigenza del riconoscimento giuridico dei partiti (articolo 49) con apposita legge di attuazione, dopo ben 70 anni, ciò non è ancora avvenuto.

Nel 2013, dopo aver messo piede nel Senato della Repubblica il 22 maggio 2016, ho presentato il disegno di legge S. 891 "Norme in materia di organizzazione e di trasparenza dell'attività dei partiti politici" il giorno 27 giugno 2013 per dare attuazione al principio costituzionale.

Tanti si sono lamentati della problematicità dei rapporti interni ai partiti e in alcuni casi all'assoluta mancanza di democrazia sostanziale, ma il mio disegno di legge è rimasto lettera morta.

A futura memoria per la prossima legislatura, si pubblica il testo integrale del DDL

18/1/2018

Enrico Buemi
 

Forse si poteva scrivere un'altra storia

Enrico Buemi commenta le notizie sull'uccisione di Tobagi apparse sugli organi di stampa (17/1/2018)

 

 

Quel potere carismatico

È una vigilia elettorale di scommesse e di promesse: dal bonus bebè alla badante gratis per il nonno, dall'abolizione del canone Rai a quella del bollo auto. Non basterebbe la lampada d'Aladino per soddisfare tutti questi desideri.

(17/1/2018)

Bernie Sanders: togliamo il mondo dalle mani di un gruppo minuscolo di miliardari

 

Ecco a che punto siamo come pianeta nel 2018: dopo tutte le guerre, le rivoluzioni e i summit internazionali degli ultimi cento anni, viviamo in un mondo dove un gruppo minuscolo di individui incredibilmente ricchi può esercitare un controllo spropositato sulla vita economica e politica della comunità globale.

(17/1/2018)

 

     
 

 

2013 La Questione Sociale  Webmaster & Design by Francesco Alati